Big Spender: spenniamo il pollo!

big spender

Scritta nel 1965 da Cy Coleman e Doroty Fields, Big Spender era solo una delle canzoni che facevano parte del Musical ” Sweet Charity” ,uno dei tanti del periodo d’oro di Broadway. Eppure il brano, portato al successo da Peggy Lee, si animò immediatamente di vita propria divenendo una delle canzoni più cantate ( e ricordate) dall’America degli anni ’60. Seducente e al contempo frizzante Big Spender piacque agli uomini per la sua natura sensuale e provocatoria ma anche alle donne, che scoprirono sotto le spoglie di una donna perduta un cuore tenero alla ricerca dell’amore.
Il musical fu uno dei rari casi in cui l’America si rifà ad un modello Italiano e precisamente ad un film di Fellini del 1957,
” Le notti di Cabiria “. La trama e il senso sono molto simili anche se, chiaramente, il musical si apre a momenti di allegria e di danza : si tratta della storia di una ballerina di night ( mentre nel film di Fellini è una prostituta) che malgrado le pessime esperienze che vive con gli uomini continua a credere all’amore e alla bellezza della vita. Big Spender riassume quindi in musica l’atteggiamento tipico della entreneuse, che ammalia e corteggia il maschio
allo scopo di fargli spendere quanti più soldi possibile.
Il testo è molto chiaro:

The minute you walked in the joint
I could see you were a man of distinction, a real big spender
Good looking, so refined
Say, wouldn’t you like to know what’s going on in my mind?
So let me get right to the point
I don’t pop my cork for every man I see
Hey big spender!
Spend a little time with me
Wouldn’t you like to have fun, fun, fun?
How’s about a few laughs, laughs?
I could show you a good time
Let me show you a good time

The minute you walked in the joint
I could see you were a man of distinction, a real big spender
Good looking, so refined
Say, wouldn’t you like to know what’s going on in my mind?
So let me get right to the point
I don’t pop my cork for every man I see
Hey big spender!
Hey big spender!
Hey big spender!
Spend a little time with me
Yes

SPENDACCIONE

nel momento in cui sei entrato nel locale,
ho notato come fossi un uomo distinto,
un vero Spendaccione,
piacente, cosi’ raffinato.
Di’, non vorresti sapere che succede nella mia mente?

Allora fammi arrivare subito al punto,
non stappo la mia bottiglia per ogni uomo che vedo.
hey! Spendaccione,
spendi con me un po’ del tuo tempo.

ti vuoi divertire? divertire? divertire?
che ne dici di qualche risata? risate? risate?
posso mostrarti come ci si diverte,
lascia che ti mostri come ci si diverte.

Ehi, spendaccione!
Passa un po’ di tempo con me!

Nel musical diretto da Bob Fosse la canzone era affidata al gruppo di ballerine ed era decisamente un jazz caldo di sicuro effetto dal tempo tipico dello strip tease. Ma il brano divenne celebre grazie all’interpretazione di Brenda Lee, già cara al grande pubblico per brani come ” Why don’you do it right? ” e ” Fever “. La sua versione è uno swing di facile ascolto che balzò in cima alle classifiche non solo Americane ma soprattutto Inglesi nel 1966. Il brano è gradevole ma perde parecchio della sua sensualità, in perfetto stile con la cantante acqua e sapone che piaceva a mamme e bambini.
Il brano riprende il suo smalto con Shirley Bassey l’anno dopo, con una interpretazione ” ruggente ” molto in linea con la tematica del musical.
Nel 1969 ci fu anche un riadattamento per il grande schermo con Shirley MacLaine nel ruolo di Charity e John McMartin nel ruolo del fidanzato- magnaccia Oscar, ma non passò alla storia.

Nella mia versione mi rifaccio a quella della Bassey ma abbandonando un po’ lo schema ritmico sincopato originale e ammorbidendone lo spessore. La mia intenzione era quella di esprimere l’atteggiamento studiato della ammaliatrice che, tra una carezza e l’altra, non perde di vista il principale obiettivo: spennare il pollo. Il risultato è un brano che mostra chiaramente l’indole ” da sirena tirannica ” del personaggio.

Ecco la celebre canzone nel musical SWEET CHARITY del 1966. Strepitosa!

E questa è la mia interpretazione.

Big Spender è uno dei brani che trovate IN ESCLUSIVA solo sul mio sito. E’ la novità di quest’anno: una serie di canzoni ( cover o inedite) create appositamente per chi mi segue e che quindi NON TROVATE IN COMMERCIO. Scaricate, condividete e divertitevi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...